Camper.it

Camper.it, il sito del camper style con le migliori proposte per viaggiare in camper e le più convenienti offerte per le vacanze: per fare di ogni viaggio una vacanza riuscita!

Un servizio di
CamperOnLine
in collaborazione con il network campeggi.com

Tour Dell'austria In Senso Anti Orario

Italia - Slovenia con il Kayak - Austria - Slovacchia - Austria - Italia Km percorsi 2.600 dal 07 al 30 Agosto

Pubblicato da BobbyJames007 il 19/08/17

Austria: Villach, castello Hochosterwitz, Graz, Rust, Vienna, Linz, Mauthausen, Salisburgo, Bad Ischl, - Slovacchia: Bratislava - Slovenia: Tornovo ob Soca
Periodo viaggio 07/08/09 il 30/08/09

VACANZE AGOSTO 2009
 
Sport & Cultura – Tour dell’Austria in senso anti orario
 
Italia – Slovenia – Austria – Slovacchia – Austria – Italia.
Km percorsi 2.600 dal 07 al 30 Agosto
 
Tabella spesa:
Autostrada/Bus/treni              Euro 112,30
Carburante                             Euro 298,67
Campeggi/Parcheggi             Euro   83,10
Ristoranti/Bar                        Euro   82,15
Spesa Cibo                            Euro 186,18
Vario                                      Euro 166,00
Totale per 23 gg                    Euro 928,40
 
Venerdì 07 Agosto …Finalmente alle 10,00 del mattino si chiude l’Hotel!!!...Già, quest’anno non si sapeva il giorno esatto di chiusura, ed abbiamo atteso fino alla fine…che stanchezza….quindi si corre a casa, una serie di lavatrici, pulisco i bagni, carico il “Bobbyfurgo”…e via …verso le 21,00 parto!...Pensavo di fermarmi a dormire in autostrada ed invece ho pensato bene di fare una visita ai miei al “Lago d’Iseo”. Una piacevole improvvisata, cena e pernotto.(Km 60)
Sabato 08 lo trascorro al lago e verso le 18,00 parto direzione “Sistiana”. Pernotto a Sistiana Mare, gran vita notturna, discoteche fino alle 04,00 del mattino che non mi fanno dormire, noto molti controlli da parte delle forze dell’ordine, verificano il tasso etilico dei guidatori. (km 400)
Domenica 09, full day in spiaggia lungo “la costa dei barbari”, cena a  Sistiana mare, (grigliata di pesce, 2 birre medie, patatine Euro 22,00).
Lunedì 10 proseguo verso Trieste e mi fermo “ai Filtri” , splendida spiaggia FKK di sassi bianchi. Anche oggi full day in spiaggia (in questi due gg di riposo leggo un libro: Brida di Coelho). Verso le 18,00, parto direzione “Tornovo ob Soca” in Slovenia, dove L’incredibile Nunzio mi sta aspettando….chissà che discese mozzafiato mi farà fare…Lui un Dio dei fiumi estremi…Devo dire che mi sento onorato e nello stesso tempo ho un po’ di timore a scendere con un Mostro sacro come Lui….Anche perche non lo conosco molto bene. Ummmm si vedrà.
Proseguo quindi via Gorizia e Nova Gorica, verso le 20,00 arrivo al “Kamp di Tornovo” (Km 100).
L’incredibile Nunz, Liliana, Valeria, Mauro, Cinzia, il cane Nocciola, sono già qui da qualche gg…e non proprio in ottima forma. Un virus li ha colpiti…o meglio ha colpito principalmente le donne…(della serie chi non fa kayak…prende il virus influenzale …eh eh ). Pernotto al Kamp delle 2 sorelle (Euro 8,50 per pax ed Euro 3,00 per la corrente al giorno).
Nunzio perse gli occhiali nel primo pomeriggio vicino al ponte romano, cosi che appena arrivo lo carico sul furgo, e via alla ricerca …trovati , si decide di dare un occhiata agli altri campeggi della zona. Il Kamp sopra al pone romano E. 10,50 per pax, ed Euro 4,00 per la corrente al giorno). Il Kamp sotto al ponte Euro 10,50 per pax, Euro 5,00 per la corrente al giorno, ma i bimbi non pagano). Si ritorna quindi al nostro kampo disastrato e…piove piove piove….
Martedì 11, al mattino riesco a lavare tutta l’attrezzatura del mare, il tendino parasole, maschera, ciabatte, costumi, faccio il bucato, svuoto il wc etc….poi via ci si veste e Mauro Cinzia ci accompagnano all’imbarco . Si discendono circa 10 km di fiume, tratto dalle Cave fino al Kampeggio, sotto un bel sole caldo caldo. E’ uno spettacolo vedere l’acqua della Soca in una giornata radiosa. Dopo la discesa, subito al kamp, e lo lasciamo verso le 13,30…Con i due camperini ci dirigiamo verso lo sbarco sotto il ponte romano, qui si pranza, si pennica, si legge, si riposa e poi …carico dell’acqua e via si pare verso le 19,00 direzione “confine austriaco”…strada facendo ci fermiamo in più punti a mirare la Soca, a tal punto che si decide di infrattarci in qualche garbo per la notte e il mattino successivo sveglia presto per pescare e per discendere un nuovo tratto di fiume. Troviamo uno spiazzo per nulla malvagio, e dopo aver assettato i furgoni per benino, e preparato la cena…toc toc arriva la guardia forestale!!!
Questi sottolinea il fatto che in Slovenia è vietato il campeggio libero, ed ovviamente siamo pronti con la risposta:”ma lo sappiamo, ci siamo fermati solamente per la cena e poi riprenderemo il nostro cammino”…Ci da’ 30 minuti per cenare e per sgommare, poi sarebbe ritornata….il tam tam galoppa nell’aria e dopo poco ….ecco che arriva la polizia…stessa scena, stessa risposta. Questi prende nota delle targhe ed aggiunge che se ci dovesse ripescare in qualche altro parcheggio, farà scattare subito il multone. Quindi dopo cena si decide di proseguire per l’Austria!
Obiettino “fare il Passo” (che avremmo voluto fare di giorno per godercelo un po’), svalicare e raggiungere ”Villach”. Sono circa 100 km., ma …una cinquantina di tornanti, buio pesto, salitone da fare in 1^ e 2^ …e finalmente si svalica e siamo in Austria…Dopo ben 2 ore di viaggio troviamo a Villach un parcheggio che fa al caso nostro. Finalmente si dorme!!! Ah strada facendo credo di aver calpestato con i pneumatici un serpente (era arrotolato sull’ asfalto)…una roba brutta brutta.
Durante il giorno ci siamo messaggiati con Stefano e Stefania, dovrebbero raggiungerci a breve…bene bene bene.
Mercoledì 12 sveglia, colazione e via si visita “Villach”. Cittadina proprio carina, poi visita dei piccoli laghetti nelle vicinanze, come “ Magdalenensee” ,uno sputo d’acqua con piccoli cottage lungo il suo perimetro, spettacolo, poi ci fermiamo al “Woerthersee”. Qui Nunzio e Bobby fanno la circumnavigazione completa del lago in bici (45 km)…ed un bel acquazzone li pettina per benino.
Finalmente ritorno al campo base fronte lago …e ci si lava nel lago…
P.S. Nunzio ha portato la sua bici a fare riparare,…dovrebbe venir pronta per domani (Km 35 percorsi)
Giovedì 13, mattinata trascorsa al lago”Woerthersee” con i kayak. Siamo andati a pescare ed abbiamo anche beccato sia pesci che il guardiapesca. Mi ha un po’ cazziato, ma facendo il cinema scongiurai la multa J. Quindi un po’ di allenamento ed ovviamente si pranza con il pesciotto. Nel pomeriggio ritiro bici e si ci sposta a “Klagenfuert”. Pernotto nel parco…Piove , piove (km 65)
Abbiamo sentito Stefano …è in partenza!!! Serata trascorsa nel furgone di Nunzio, chitarra, si suona, si canta, si beve…un po’ ubriachi si va a nanna.
Venerdì 14 siamo a “Klagenfuert”, bicicletta e via , tour della città. Pranzo in centro, e poi pista ciclabile (28 km in bici). Verso le 17,30 ci raggiungono i Mannini…Che bello ritrovarci tutti insieme…J
Ci spostiamo e ci dirigiamo verso “il castello Hochosterwitz”. Parcheggiamo e pernottiamo proprio nel parcheggio del castello. C’è un gazebo di legno (la biglietteria) ci sono tavoli, sedie e…prepariamo per la nostra cenetta a lumi di candele (rigorosamente Ikea). Grande serata; è anche il compleanno della piccola Giulia, si chiacchiera, ci si diverte, si beve, ci si conosce un po’ meglio…che bello l’incontro, il conoscersi, il confrontarsi, il raccontarsi le proprie debolezze, lo scambio di esperienze. Il tutto senza condizionamenti, risentimenti, vergogna, ma così…naturalmente….che bella cosa l’Amicizia! (km 27).
Sabato 15, h. 09,30 iniziamo la salita verso il castello, circa 20’ a piedi, mentre Stefania si gode il paesaggio dalla funicolare (si pensa abbia il menisco fuori gioco). Il castello è veramente notevole, merita proprio una bella visita (Euro 7,50 per pax), poi ripartiamo per la volta di “Graz”. Strada facendo ci fermiamo per carico e scarico d’acqua, gasolio, bollino autostrada, pranzo …ecc…finalmente raggiungiamo la nostra meta. Riusciamo a parcheggiare quasi in centro città e via …la città è nostra. Partecipiamo ad un concerto in un cortile tipico …devo dire cittadina alquanto interessante…poi ci si sposta verso in piccolissimo laghetto tipo idroscalo di Milano il “ Schwarts See”, qui bagnetto con sapone, cena e poi via direzione “ Neusiedler See – Rust”, un lago molto vicino al confine con la Slovacchia e Bratislavia.
La strada è molto lunga, in più è notte, e…io non amo viaggiare di notte. Breve sosta tecnica e poi via ancora guida e guida. Rust sembrava una tappa un po’ sfigatella, invece si rivela una scelta azzeccatissima. Lungo la strada incontriamo tantissimi autobus, pulman ( uno aveva ben 112 posti). Al momento abbiamo pensato “esodo da Rust”, poi una fiera, ….invece il ferragosto…insomma tutta l’Austria era qui!!!. Troviamo un parcheggio vicino al porto (al mattino si scopri essere un area attrezzata per camper), l’idea di Rust è quella della Rimini Italiana; locali, negozzietti, vita notturna…Siamo tutti molto stanchi è circa l’una e mezza del mattino …andiamo in branda (350km).
Domenica 16 Sveglia sotto il sole…ed il nostro “Personal Trainer Scoutter Iron man, Lui L’incredibile Nunz”…ci fa spostare i camper per raggiungere un luogo, parcheggio fronte bufali in palude ma soprattutto all’ombra. Siamo di fronte all’oasi naturale del lago!!!
Si trascorre la giornata in kayak (circa 3 ore di pagaiate), raggiungiamo la sponda opposta del lago, incontriamo vele, barche elettrice, cottages sulle sponde del lago. Ci si ferma , si fa il bagno, si mangia, si gioca, insomma ci si diverte…al ritorno ci fermiamo a giocare con le bimbe e poi un po’ di ginnastica salutare e..Nunzio cambia la batteria del furgo. Cena sul prestino e poi serata a Rust. Rust è il paese delle cicogne…Birra in locale all’aperto ed al rientro al nostro campo base Bobby lancia l’idea “spaghetti aglio olio e peperoncino”..:Seratona….Discorsi impegnativi su uomini, donne, relazioni di coppie….ma costruttivi…siamo tutti un po’ insegnanti ed un po’ scolari, con voglia di apprendere, di confrontarci, di sapere, di avere …nel cercare certezze che ci mancano.
Lunedì 17  “Austria – Slovacchia” …Oggi si parte direzione “Bratislavia”. Tour della città slovacca e quindi direzione Vienna e rientro in Austria. Bratislavia, si carina, ma nulla di che…. Grande fatica a cercare un campeggio in Vienna…ma finalmente i nostri sforzi vengono ripagati…arriviamo in campeggio, sistemiamo i furgo a ferro di cavallo…siamo veramente cotti….e notte (km 170) “Camping Vienna”.
Martedì 18  “Vienna”. Tour della città storica, Sightseen, e poi si cammina , si cammina, cammina. Nunzio invece cerca di riparare, o meglio cerca officine che possano riparare il guasto elettrico del suo furgo. Sono dispiaciuto per Nunzio, lo vedo abbacchiato, un po’ triste….Seconda notte in campeggio.
Mercoledì 19 Tour del castello di Vienna lo “Schloenbrunn” (dalle 10,00 alle 15,00), poi il “Belvedere”, e quindi andiamo a trascorrere la serata al famoso “Pratner”e qui cena tipica in un “Garden” con stinco da 1 kg a cranio…siamo allo “Schweizerhaus”. Tipico locale austriaco. Grande giornatona veramente completa …partimmo dal campeggio alle 09,00 e rientrammo verso la mezza notte.. Novità positiva, Nunzio è riuscito a sistemare il furgo!
Vienna ci ha ricordato molto Milano….grandi palazzi storici, grandi strade….una grande città.
Giovedì 20 si smonta il campo e lasciamo Vienna…direzione “Linz” percorriamo la famosa “Romantich Strasse”lungo il Danubio. Ci fermiamo a “Duernstain” per il pranzo. Proprio sulle rive del Danubio, un posticcino veramente carino e ci si ferma per buona parte del pomeriggio…poi verso le 19,30 via si riparte direzione “Mauthausen”. Qui parcheggiamo in centro cittadino (km 205).
Venerdì 21 mattinata trascorsa al campo ci concentramento di “Mauthausen”, ben 4 ore di visita…molto interessante e triste. Difficile da spiegare, bisogna proprio vivere l’esperienza. E’ inconcepibile solamente pensare che ci possa essere stato un campo di concentramento…eppure le testimonianze sono chiarissime. Il magone, le lacrime sono solamente uno sfogo di rabbia ….non ho parole per descrivere….
Poi via ….poco prima di arrivare a Linz troviamo un laghettino e ci fermiamo per il pranzo. Kayak e relax lungo le rive del laghetto. Decidiamo di pernottare qui. (km 40)
Sabato 22 Sveglia sotto la pioggia. Mattinata ad assemblare i furgone, svuotamento WC, pulizie generali, acqua ecc….ho una perdita dal tetto, dal camino della stufa  e dalle feritoie del frigo. Ma niente paura Iron man l’incredibile Nunz sistema tutto a botte di silicone e nastro americano…quindi via verso “Linz”. Visita della città e del museo tecnologico del futuro e…Bobby scopre di non avere la carta di credito…di averla dimentica all’ultimo distributore di carburante…corri a cercarla e …fortunello…era proprio sul banco del gestore J…Piove piove, lasciamo Linz e ci dirigiamo verso “Salisburgo” . Ci fermiamo lungo un laghetto …Seratona Uomini sul furgone di Bobby e donne da Stefania …i discorsi sono i soliti ….(km 100).
Domenica 23  Abbiamo scoperto questa mattina di essere nel paese di Klimt. Molti quadri furono dipinti riprendendo dei paesaggi, lembi di lago, alberi di questo paesello “Krame am Andersee”
“Schoerfling”. Finalmente ha smesso di piovere e si decide di scendere lungo il ”lago Atlersee”.
Ci fermiamo ad un Tourist information, e via si cerca la possibilità di scendere qualche fiume in kayak. Andiamo ad “Bad Ischl” (famosa località termale), poi un altro laghetto, e ci si ferma vicino ad “Hall statt-Obertraum”.
Prima di pranzo incontriamo 4 ragazzi con i kayak sul tetto dell’ auto, ci danno delle dritte sul tratto da scendere, (3°- 4° tecnico); quindi  Nunzio ed io perlustriamo in bici (20 km) un tratto del fiume Traun, precisamente da Obertraum (sbarco) a Bad Ausee (imbarco). Sono circa 8 km di fiume. Mentre Stefano e le bimbe sono andati ad arrampicare. Al termine della biciclettata raggiungiamo Stefano …e ci facciamo prendere dalla voglia di scalare. Personalmente una volta raggiunta la vetta, mi è venuto il panico…non sapevo più cosa fare, come scendere…aiutoooo, Sefano e Nunzio mi han poi guidato nella discesa.
Ritorniamo ai furgoni e…cena sul prestino poiché si decide di ritornare ad Bad Ischl e di andare in una SPA (Nunzio non salta dalla gioia, pero ci segue). Entriamo nella “Eurotherm SPA”. Gran figata, dalle 21,15 fino alla chiusura mezza notte…ritorniamo quindi lungo il fiume…ma Bobby sbaglia strada, ed invece di recarsi allo sbarco si va all’imbarco a “Bad Ausee”. Qui si dorme vicino al campo sportivo (km 165)
Lunedì 24..Sveglia con un sole fantastico, colazione e via pronti a discendere la Traum…Fiume che nessuno di noi ha mai disceso…c’è qualche passaggione ma tutto fattibile. Imbarco alla stazione…e Bobby (che crede di aver assicurato i kayak)….perde il kayak…o meglio, ci rechiamo alla stazione e lasciamo tutta l’attrezzatura, ritorniamo a parcheggiare in paese (1 km circa) , e ritorniamo all’imbarco…Stefano ad un certo punto dice “…ma Bobby non è il tuo kayak che se ne sta andando?”…era proprio così!!! Il livello dell’acqua si era alzato e il mio kayak aveva preso il largo…meno male che si è riempito d’acqua ed arenato, cosi come la pagaia…mentre il paraspruzzi non si trova….quindi ritorno al furgone per recuperare il paraspruzzi di scorta e ritorno all’imbarco …e sono botto cotto ancora prima di iniziare la discesa!!!....Nunzio …l’aveva gia ritrovato…ma da buon amico me lo ha detto ovviamente a metà discesa …grrrrrrr
La discesa è molto bella, Bobby si infila sotto un albero in un passaggione tecnico….stappa, cade, ma nulla di male….dopo due ore circa si è allo sbarco. Qui si attende il treno per il recupero.
Serata trascorsa a Bad Ausee…Un Grazie a Nunzio per la discesa, per la pazienza, per le lezioni, per l’essermi stato vicino durante la discesa…- Be’ Nunzio non ti allargare !!! J
Martedì 25 Si ritorna verso Bad Ischl con destinazione “Salisburgo”. Tour della città …Salisburgo è proprio una bomboniera., è carinissima… poi via verso un lago, fiume, una sponda dove poter fare una grigliata. Lasciamo la città e ci dirigiamo verso sud ad “Oberalm” giriamo verso l’interno lungo un fiumiciattolo. Troviamo una piazzola dove poter sostare con i tre camper e vicino al laghetto poco prima della diga …fare una grigliata.
Seratona…siamo stanchi, abbiamo camminato tutto il giorno per Salisburgo..stanchi ma contenti (km 115)…e finita la cena…piove piove piove….
Mercoledì 26 Sveglia col sole…non ho dormito molto essendo la piazzola vicino alla strada e cosi alle 07,00 mi alzo, incontro Nunzio che sta partendo per un tour in bici, invece io decido di fare una corsetta …50’ di corsa in un posto da favola, passando per un boschetto, una raduna, casette piccine e colorate, decorate con fiori …proprio bello bello…Rientro e poi Nunzio ci propone un bel Canyoning ……Quindi girano le ruote dei furgoni direzione “ Grossglokner”….e strada facendo ci si ferma a visitare “Eisriesenwelt”…le cascate di ghiaccio più grandi del mondo. Che spettacolo ragazzi…Grazie a Stefano che ha insistito poiché andassimo….Dal costume da bagno…agli scarponi, pantaloni lunghi, beretto, calze, giacca a vento, sciarpa. All’interno della grotta si sale da mt. 1.640 fino a mt. 1.775 e con 400 metri di roccia sopra la testa.
Dopo la visita il viaggio riprende verso “Zeller See”…non troviamo un buon posto dove fermarci per la notte, essendo località troppo turistiche non è semplice,…quindi ci spostiamo verso “Bruck” . Troviamo un parcheggio vicino alla stazione …e durante la cena…toc toc …”una local”  ci dice che siamo in un parcheggio privato e non possiamo fermarci. Grande smile , solita scusa della cena e quindi via …alla ricerca di un parcheggio tutto per noi. Sarà Stefano a trovarlo…e dopo aver parcheggiato andiamo al pub a bere una birra…solamente Stefano ed io…Nunzio in branda…ha deciso di alzarsi all’alba per andare a pescare. (km 115). Fino ad oggi ho percorso 2.000 km.
Giovedì 27…oggi si parte per il “ Grossglokner”….che ghiacciaio, che maestosità, …una strada in mezzo al ghiacciaio…spettacolare. Treking fino a mt. 2.400 per vederlo più da vicino. Io mi fermerò qui …ho problemi d’altezza, il cuore che batte troppo, mentre gli altri saliranno oltre. Spendiamo cosi tutta la giornata sul/nel Grassglokner. Appena usciti dal parco del ghiacciaio troviamo quasi subito una piazzola lungo il fiume Moell. Seratona iniziata alla Nunzio con chitarra e terminata con balli latini americani…che spasso (Km 80,00)
Venerdì 28 Ci imbarchiamo per discendere il Fiume Moell….fiume che proviene direttamente dal ghiacciao…circa 8 km di discesa con sbarco a “Winklerm”. Un fiume facile, ma divertente, giusto per rilassarci un po’ e chiacchierare fra amici…allo sbarco recupero dei mezzi, pranzo e poi Bobby lascia il gruppo per dirigersi verso “l’Italia”. Vuole andare a trovare Anna che si trova sul lago di Carezza…Cena da Anna e Valerio e poi raggiunge il gruppo ad “Ora” c/o l’autogrill e sosta per la notte (Km 242)
Sabato 29 Non si è dormito molto ovviamente…e via verso casa. Strada facendo mi fermerò a salutare i miei …sono sul “lago d’Iseo”….ad Affi, avevo fatto il pieno di carburante e dimenticato il tappo con tutte le chiavi del BobbyFurgo J…quindi dopo pranzo prendo l’auto del papi e con Stefano ritorniamo al distributore di benzina ad Affi…ma….è chiuso!!!! Vai dal distributore vicino, chiedi info, poi dai carabinieri, dalla polizia…bè alla fine ritorniamo dai miei senza chiavi. Il gestore era ad un matrimonio e fino a lunedì non avrebbe riaperto. Quindi mi concerto con Anna e passerà lei al rientro dal lago di Carezza a ritirare le chiavi…rientro a casa…veramente botto cotto!!! (km 260)
 
Che vacanze!!!!!...
Nunzio, Stefano e Bobby…. ci siamo conosciuti molto in questa vacanza…Nunzio è stato classificato “Navigator”, non tanto per la Navigazione, quanto per lo scarso orientamento e la fiducia cieca nel suo navigatore …che spesso ci faceva girare girare girare …su noi stessi  …ma grazie a Nunzio ed al suo navigatore siamo giunti in ogni dove…
Sono stato proprio bene in loro compagnia, è proprio vero che bisogna conoscere le persone per poterne parlare. Ebbene si avevo in principio un pò di soggezione di Nunzio, lo vedevo come un Dio in terra, risolutivo, della serie io posso e comando…una specie di Rambo, un lupo solitario…invece è una persona spettacolare, è un grande veramente!!! Insomma da Beato l’ho Santificato! Guai a chi me lo tocca!!!!!!  Stefano l’ho soprannominato il “Signor Ok Ok Ok”. Lo ripete in continuazione ….grande Stefano…un amicone trovato …grandi chiacchierate, grande fiducia nel raccontarci i fatti nostri.
Non posso non ricordare le DONNE del gruppo, Giulia, Valeria, Francesca, Liliana, Stefania….
Insomma grazie a tutti per avermi concesso di essere dei Vostri, di avermi sopportato, ….
Che bella cosa il conoscersi, il diventare Amici…il condividere un pezzo di vita! Grazie col cuore in mano….quando si riparte? Quando la prossima avventura?.......
Sorrisi felici ……Non ci sono problemi nella vita,….solo situazioni da risolvere. Con intelligenza, astuzia, dedizione, e volontà… tutto possiamo fare.
Noi siamo cio’ che i nostri pensieri vanno a creare. Quindi se avremo pensieri tristi, saremo tristi, se ne avremo di felici,……saremo tali! Tutto dipende da Noi!!! Causa Effetto!!! Possiamo scegliere se essere tristi o felici, se essere o non essere, se fare o non fare. La scelta è nelle nostre mani!!!
Questa è la parte più difficile…”scegliere”. Nella vita dobbiamo fare delle scelte per poter dire di essere “uomini”…ma sopratutto per poter dire di “vivere”. Possibilmente quelle giuste, ma anche se facciamo scelte sbagliate…l’importante è farle! Quindi Vivere e non lasciarci vivere 
Semplicemente Bobby
 
Camper.it, il sito del camper style con le migliori proposte per viaggiare in camper e le più convenienti offerte per le vacanze:
per fare di ogni viaggio una vacanza riuscita!

Un servizio di CamperOnLine e Koobcamp S.r.l.
Copyright © Net Surfing S.r.l. 1998-2018 - P.Iva 06953990014

Contattaci Contattaci per maggiori informazioni