Camper.it

Camper.it, il sito del camper style con le migliori proposte per viaggiare in camper e le più convenienti offerte per le vacanze: per fare di ogni viaggio una vacanza riuscita!

Un servizio di
CamperOnLine
in collaborazione con il network campeggi.com

Natale 2013 Con Il Nuovo Camper

Volevamo evitare il caos dei soliti mercatini Natalizi, così abbiamo fatto qualcosa di diverso

Pubblicato da giulli il 08/01/14

Italia: Toscana, Umbria, Lazio
Periodo viaggio 22/12/13 il 30/12/13

DOMENICA 22 DICEMBRE 2013

Partiamo da Formigara alle h15,45c.a. di una giornata nuvolosa e percorrendo l'autostrada, arriviamo a MONTERIGGIONI poco prima delle h20.00. A.S. FRANCIGENA CAVALLI N43°23'24.33 E11°13'30.13 euro 6 dalle h8,00 alle h24,00 L'A.S. si trova sotto le mura, vicinissima all'entrata del borgo. E' adibito anche a macchine e bus. Monteriggioni è unpiccolo borgo medievale cinto da mura, dove è possibile una passeggiata su alcuni camminamenti, però noi abbiamo preferito il giro esterno. Purtroppo essendo la settimana di Natale, era quasi tutto chiuso ed in giro non c'era nessuno, così indisturbati abbiamo girato tutti i vicoli. La sera del nostro arrivo, siamo usciti x un caffè e l'abbiamo potuto bere nell'unico ristorante aperto, dove il cordiale gestore, pur non facendo servizio bar, ce lo ha fatto comunque ed era buonissimo! Al mattino, dopo aver trascorso una notte solitaria ma tranquilla, partiamo alla volta di SIENA.

LUNEDI' 23 DICEMBRE 2013

E così dopo colazione, partiamo x SIENA A.A. FagiolonE N43°18'57.59 E11°18'58,92 euro 20,00 x 24h con C.S. ma senza allaccio corrente. Si trova fra due strade a scorrimento veloce, ci sono anche i bus, la notte è rumorosa, ma sopportabile. Il signore alla cassa ci spiega il tutto e ci da la mappa della città, è una persona molto gentile. Dopo un piccolo rifornimento d'acqua, parcheggiamo ed iniziamo la visita della città, partendo da una ripida e lunga salita, arriviamo alla PORTA DI FONTE BRANDA dove la leggenda narra che se si sta in silenzio ogni 1/2h si possono sentire le voci degli abitanti di Siena portate dall'acqua. Siamo nella contada dell'Oca. Raggiungiamo in un attimo la via principale, percorsa da numerose persone impegnate nello shopping Natalizio,noi siamo in cerca di una panetteria. Percorriamo in lungo e in largo tutte le principali vie collegate tra loro da piccoli vicoli molto suggestivi, pranzo al sacco, aquistato alla panetteria. Cammina, cammina, arriviamo a piazza del campo, dove si corre il palio (non so come facciano quei poveri cavalli a correre in uno spazio così ridotto). La piazza è bella e suggestiva. Per la visita al Duomo, sono euro 8,00 a persona e noi ci accontentiamo di fare qualche foto all'esterno. Visitiamo la piazzetta del piccolo mercato coperto, Siena è davvero bella, con i suoi magnifici palazzi e cortili e logge decorate da lacsiare senza parole!  Nella sua maestosità è accogliente e riccamente addobbata in occasione del Natale. E' stata una lunga passeggiata, senza accorgerci arriviamo allo stadio, ci fermiamo in un bar x un caffè rigorosamente accompagnato dai ricciarelli, non vi dico che buoni!  Non abbiamo badato alla stanchezza finchè non siamo tornati al camper ( quel fantastico mezzo che ci permette di spostarci ovunque, restando sempre a casa; lo adoro) Dopo una calda doccia ed una buona cena andiamo direttamente a dormire. Domani è un'altro giorno!

MARTEDI' 24 DICEMBRE 2013

Dopo colazione, partenza x MONTEPULCIANO N43°5'47.10 e11°47'13.32  P.S. sul retro della caserma dei vigili del fuoco euro 5,00 dalle h8,00 alle h14,00, a 5" dal centro storico raggiungibile anche con l'acsensore, il giovedì nella piazza c'è il mercato. Li vicino si trova il supermercato conad e ne aprofittiamo x fare una piccola spesa. Il parcheggio, sembra trovarsi in un punto panoramico, ma è una giornata di fitta nebbia e non si riesce a vedere niente. Raggiungiamo il punto informazione, dove gentilissimi ci danno la mappa del posto e varie informazioni, poi subito in centro; ma che fatica, qui è tutto in salita! I palazzi sono molto alti, la strada non molto ampia ma ovunque negozi di ogni genere,ristoranti, rivendite di prodotti tipici, numerose cantine dove si possono degustare vino, salumi, formaggi, sembra il paradiso da quanto ben di dio c'è; se non fosse che passano tante macchine, si sentirebbe meglio l'odore invitante del cibo. Non ci sono attrazioni particolari e percorriamo in lungo e in largo ogni strada ed ogni vicolo fino ad arrivare al castello dove all'interno ci avevano segnalato alcune bancarelle. Pensando a Montepulciano, così rinomato e conosciuto, tanto decantato, credevo di trovare un'imponente rocca, dominante il borgo, ma essendo più una località vinicola è tutto incentrato sulle cantine ed il castello ha mantenuto il suo fascino vall'esterno, perchè all'interno è stato trasformato adeguandolo all'uso. Peccato le tante auto ed il forte odore di smog, se poi aggiungiamo la nebbia, il risultato della mattinata, non è gran che. Insoddisfatti partiamo x CHIANCIANO TERME dove ci fermiamo solo per il pranzo nel parcheggio gratuito C/O PARCHI TERMALI FUCOLI ED ACQUASANTA non siamo interessati ad andare alle terme e sulla via principale è tutto chiuso, anche qui non è periodo. Dopo il pranzo della Vigiglia ripartiamo x raggiungere CITTA' DELLA PIEVE sempre in  compagnia della fitta nebbia. Arriviamo alle h15,30 c.a. cerchiamo di parcheggiare nell'AA indicata e ben segnalata ma essendo poco agibile e senza possibilità di c.s. causa lavori, desistiamo e sostiamo in un P visto a inizio paese, gratuito, appena fuori le mura, vicinissimo al centro. Fortunatamente incontriamo i vigili e spiegando la situazione, con il loro consenso restiamo in sosta con più tranquillità. Iniziamo la visita al borgo, come dicevo circondato da mura. CITTA' DELLA PIEVE è accogliente, bella, pulita, non molto frequentata probabilmente a causa delle festività ma ben addobbata in occasione del Natale. Anche quì c'è da camminare tra gli innumerevoli vicoli; con questa strana nebbia, a volte molto fitta da non vedere a un palmo dal naso, giri l'angolo e sembra sparita, proviamo una strana sensazione ma non riusciamo ad apprezzare pienamente questo posto così stanchi e un po straniti torniamo al camper x la cena della Vigiglia e del compleanno di Luigi. Strapieni e strastanchi non abbiamo più voglia di uscire quindi preparo il caffè.

MERCOLEDI' 25 DICEMBRE 2013

Questa mattina aprofittando della fredda giornata senza nebbia rivisitiamo il borgo restando sempre più convinti che fino ad ora, Città della Pieve e Monteriggioni con i loro vicoletti e panorami sono tra i borghi più belli; magari torneremo in primavera. Anche qui il castello ha assunto una nuova funzione, però tutto sommato la mattina è cominciata bene e dopo il bel giro partiamo x  BAGNOREGIO  P adiacente la SP135 vicino agli impianti sportivi, ben segnalata euro 10,00x h24 NON FRAZIONABILI ma obbligatoriamente da pagare. Arriviamo qui x visitare CIVITA'. Il P non offre alcun servizio ma la colonnina del pagamento funziona benissimo e se vogliamo vedere Cività dobbiamo restare, così piuttosto di pagare una multa preferiamo fare il biglietto. Di buona lena ci incamminiamo verso la nuova meta, che non è poi così vicina, x raggiungerla bisogna attraversare Bagnoregio ed essendo il giorno di Natale, naturalmente tutto è chiuso ed un po triste, anche con gli addobbi. Arrivati al ponte che collega Cività, veniamo fermati, perchè se si vuole continuare c'è un tiket da pagare: euro 1,50 a persona così paghiamo e proseguiamo attraversando il lungo e faticoso ponte, accompagnati questa volta da un forte vento, raggiungiamo la porta del Cassere o di S Maria ed entriamo in questo fantomatico luogo. Sotto la porta un piccolo negozio di souvenir gestito da un'allegra ragazza, accoglie i visitatori, percorriamo indisturbati ogni angolo, scalinata, viuzza, scattando qualche foto. Nella piazzetta si affaccia la chiesa, visto che è aperta, entriamo siamo avvolti da un senso di pace, è davvero molto bella, nella sua semplicità; in un angolo, una silenziosa donnina vende ecclesiastici souvenir. Poco più avanti veniamo travolti da invitanti odori di cibo, sono quelli dell'unico ristorante aperto. Qui le case sono tutte al momento disabitate, li tutto è ben tenuto ma molto molto triste, da proprio l'idea di una città morente, un piccolo paese senza anima. Con poche parole torniamo al camper boh! sicuramente in primavera non sarà così ma al momento ci ha lasciato un po di malinconia. Decidiamo di restare qui x la notte, ma di prenotare l'AA a BOLSENA x l'indomani. un'altra avventura ci attende.

GIOVEDI' 26 DICEMBRE 2013

Rigorosamente dopo colazione, ed una capatina di Luigi al vicinissimo market Despar, si parte x BOLSENA PARCHEGGIO AA GUADETTO DELLA CHIUSA lungolago viale cadorna N42°38'08 E11°59'12 euro 15,00 a notte compreso luce e docce calde ( molto molto spartane). Xtutta la notte la pioggia ed il vento ci hanno cullato e anche adesso ci accompagnano nei pochi km che ci separano dalla meta. L'AA si trova proprio vicinissima al lago che oggi somiglia tanto al mare, è molto mosso, cambia continuamente colore, è bellissimo. Ci sistemiamo e dopo pranzo usciamo x un giro. Bolsena si trova a metà strada tra Siena e Roma. Entriamo nella chiesa di S Cristina, dive avvenne il miracolo del Corpus Domini e gironzolando tra le vie ed i vicoli della parte vecchia raggiungiamo il castello Monaldeschi, il panorama da quassù è davvero bello, il lago non è grande ma maestoso. Lentamente scendiamo, ogni tanto smette di piovere, poi si alza il vento, ma noi imperterriti proseguiamo fino alla passeggiata lungolago. Torniamo al camper che ormai è buio, c'è ancora tanto da vedere, intanto piove.

 

VENERDI'27 DICEMBRE 2013

Finalmente le nuvole si aprono e c'è uno spiraglio di sole. Il lago è calmissimo e si vede benissimo il panorama tutt'attorno, il gestore tanto cortese dice che pagando a notte, possiamo rimanere fino a sera, ne aprofittiamo per rifare il giro di Bolsena che con il sole è davvero bella. Ri-passeggiamo x il centro storico, per il lungolago arrivando fino agli scavi archeologici (ingresso gratuito) assaporando con gli occhi ogni angolo. siamo soddisfatti. L'A.S. è proprio vicinissima al lago e gomoda per un giro in centro, rivaluteremo questo posto in una stagione più favorevole. Dopo tutte queste meraviglie il viaggio riprende, in tarda mattinata raggiungiamo ABBADIA S SALVATORE parcheggio coop vicino al centro. Anche qui chissà cosa mi sapettavo, ci incamminiamo verso L'ABBAZIA, da fuori sembra una comune chiesa di paese ma il suo interno merita proprio una visita. Ci dirigiamo poi nel centro storico, anche qui un dedalo di viuzze e vicoli medievali molto caratteristici anche in questo periodo dell'anno. Tornati al parcheggio entriamo alla coop,( sai com'è manca sempre qualcosa), Poi subito ripartiamo in direzione BAGNI S FILIPPO a vedere il comprensorio termale del fosso bianco, dove gratuitamente ci si può immergere nelle pozze naturali di acqua calda. Parcheggiamo il camper sulla stada e ci inoltriamo nel bosco. Ci sono parecchie persone immerse un pò ovunque, il sentiero che lo costeggia a causa della pioggia non è molto agibile ma riusciamo comunque a fare un bel giro. Ormai sta facendo buio così ci spostiamo a BAGNO VIGNONI in un parcheggio gratuito per camper, naturalmente in salita N43.029933 E11.620233 in un piazzale sterrato. Aprofittiamo subito per vedere questo famoso paese dove in piazza delle sorgent,i c'è la vasca usata dai pellegrini che percorrevano la via francigena. Di sera è uno spettacolo la piazzetta è ben illuminata ma non vedo l'ora di vederla con la luce naturale. Questa volta torniamo al camper molto soddisfatti.

SABATO 28 DICEMBRE 2013

Dopo colazione, decidiamo di fare un'escursione a piedi fino a S QUIRICO D'ORCIA è una bella ma fredda giornata di sole, prepariamo lo zaino, mettiamo gli scarponi e via, per il sentiero segnalato che subito si addentra nel bosco. Dopo una mezzora di cammino tre daini attraversano il sentiero poco più avanti a noi e con molta calma si fermano a guardarci, sono bellissimi. Non passa molto tempo che ne vediamo un'altro molto più grande e dopo poco altri due attraversano un vigneto. Sono animali stupendi e vederli liberi così da vicino è davvero emozionante. L'unica cosa bella di questo sentiero sono stati questi daini ed il panorama, il resto del percorso era pieno di fango, ma non ci siamo persi d'animo e siamo arrivati a S Quirico un pò sporchi. All'inizio del paese troviamo una fontanella e ci diamo una ripulita, incamminandoci verso il centro arriviamo agli HORTI LEONINI entrando da quella che pare una fortezza per ritrovarci poi in questo giardino. Visitiamo varie chiesette, costeggiamo per un lungo tratto le mura inoltrandoci poi nei vari vicoli . Visto l'ora di pranzo aprofittiamo del sole per fare un pik-nik con panino al polpettone. Finiamo velocemente la visita anche perchè dobbiamo tornare prima che faccia buio pensando che a parte il tanto fango ne è valsa la pena, per il panorama, i daini la paura di incontrare i cinghiali ma sopratutto ci siamo fatti tante risate e circa 14 km. Arrivando a Bagno Vignoni non rientriamo al camper ma rivediamo la piazza delle sorgenti con la magnifica vasca, peccato non sia più in uso ma l'acqua che "scarica" percorre un percorso molto curioso chiamato dei mulini, formando anche qui delle vasche ma di acqua fredda. Gli scavi archeologici fatti hanno portato alla luce parte di quello che doveva essere un comprensorio termale molto importante. Ne è valsa la pena vederlo, lascia senza parole, essendo un piccolissimo paese sono tanti i turisti. Questa giornata è stata molto impegnativa ma molto molto bella.

DOMENICA 29 DICEMBRE 2013

Svegliati dalla pioggia decidiamo di spostarci a CASTIGLIONE D'ORCIA, PARCHEGGIO DELLA PRO LOCO in viale marconi n°13 N43°0'11.78 E11°36'56.14 GRATUITA con cs. Al momento non piove e ci dirigiamo alla rocca di Tentennano, è una bella passeggiata. Paghiamo euro 3,00 a pers. x la visita che comprende la sala d'arte di S Giovanni dove custodiscono pochi ma significativi reperti sacri. Ussciamo sotto una fittissima pioggia ma tentiamo di visitare la fortezza, scoprendola inacessibile x restauri ma in prossima apertura. dovendo consolarci, entriamo in una panetteria- pasticceria dove aquistiamo uno squisitissimo panforte, dele pasterelle, i ricciarelli ed il panbriaco che ha un gusto particolare, ma accompagnato alla crema di mascarpone è divino.Torniamo al camper per il pranzo. Decidiamo di andare a MONTALCINO N43°2'59.12 E11°29'15.22 via osticcio euro 5,00x 24h, non vi dico che fatica raggiungerla, penso che in montagna non ci sono salite così. Ci sistemiamo e via che una nuova scoperta ci attende, non prima di ridiscendere la brutta strada che ci ha portato qui. Arriviamo così alla fortezza, entriamo nel cortile e per visitarla paghiamo euro4,00 a pers. alla cassa del ristorante enoteca, quindi saliamo al primo piano dove ci sono alcune stanzette spoglie ma molto pulite,al secondo piano si aprono i camminamenti da qui la vista è ... anche se pensavo Montalcino molto più grande. Scendiamo e iniziamo la passeggiata nei vicoletti dove ad ogni porta c'è una cantina o un ristorante oppure un'enoteca, ma che prezzi il famoso brunello! Torniamo al camper per riscaldarci e decidere cosa fare per cena. Vince l'opzione ristorante, ma quale? dopo un giro la scelta cade sul LES BARRIQUES entriamo e siamo i primi clienti, veniamo accompagnati al tavolo da un simpatico ragazzo, scoprendo poi che il ristorante è gestito da dei giovani ragazzi veramente capaci sia nell'accoglienza che nella cucina, abbiamo mangiato e bevuto veramente bene e tanto preparato e non invadente è stato il servizio. BRAVI GIOVANI, AVANTI COSI'. Il menù è alla carta, noi abbiamo scelto:un tagliere misto toscano, pici cacio e pepe, tagliatelle al ragù di cinghiale,una tagliata di chianina con contorno di patate fritte veramente in olio d'oliva, avevano un sapore ..... da provare! Una buona bottiglia di vino, caffè, pagando euro 69,50 ma restando molto contenti. Adesso la cosa più brutta è tornare al camper x quella brutta strada. Stanchi, felici e soddisfatti anche x l'ottima cena andiamo a dormire

LUNEDI' 30 DICEMBRE 2013

Il nostro viaggio doveva continuare fino a capodanno ma abbiamo un appuntamento al canile perchè domani J  farà  parte della nostra famiglia. Torniamo felici ma consapevoli del vuoto che MAX ci ha lasciato, questo viaggio era stato programmato in questo modo per portarlo con noi come del resto abbiamo sempre fatto e sono sicura gli sarebbe tanto piacciuto. Adesso tristi perchè ci manca torniamo e ricominciamo una nuova avventura con un nuovo amico senza mai dimenticarci dello speciale MAX. Questo viaggio lo dedico a te alle tue corse ai tuoi salti e al modo che avevi di darci amore, abbiamo cercato di ricambiare il più possibile il bene che ci hai voluto ma questa vacanza senza te non è la stessa cosa . Fortunati i bambini del paradiso che adesso possono giocare con te.

Camper.it, il sito del camper style con le migliori proposte per viaggiare in camper e le più convenienti offerte per le vacanze:
per fare di ogni viaggio una vacanza riuscita!

Un servizio di CamperOnLine e Koobcamp S.r.l.
Copyright © Net Surfing S.r.l. 1998-2018 - P.Iva 06953990014

Contattaci Contattaci per maggiori informazioni