Camper.it

Camper.it, il sito del camper style con le migliori proposte per viaggiare in camper e le più convenienti offerte per le vacanze: per fare di ogni viaggio una vacanza riuscita!

Un servizio di
CamperOnLine
in collaborazione con il network campeggi.com

Germania Dell'est

Svizzera - Liechtenstein - Austria - Germania dell'Est

Pubblicato da BobbyJames007 il 19/08/17

Svizzera: lago Sankt Moritz, Chur - Liechtenstein: Vaduz - Austria: St. Anton, Seefeld, Innsbruck, - Germania: Monaco di Baviera, Erding, Ausburg, Friedberg, Regensburg Ratisbona, Nuernberg, Bamberg, Bayreuth, Coburg, Erfurt, Weimar, Leipzig, Dresden, Meissen, Pillnitz, Posdan, Berlino, Sassnitz, Binz, Lubeck, Hamburg, Bremem, Hannover, Francoforte
Periodo viaggio 11/08/12 il 29/08/12

TOUR GERMANIA DELL'EST
dall'11 al 29 agosto: Svizzera - Liechtenstein - Austria - Germania
 

Sabato 11
H. 12,30 termino il lavoro, corro a casa ed iniziano i lavori per la partenza: lavatrici, stiro, valigia, carica il camper corri a destra ed a manca e finalmente alle h. 21,30 chiudo casa e parto! Passo a fare il carico dell'acqua presso l'area sosta di Sartirana e mi dirigo a Milano da Mamma; cena: pasta e fagioli ed a nanna sono già botto cotto ma il pensiero del tour mi galvanizza Km. 46
 
Domenica 12
La sveglia non è di buon mattino, verso le h. 8,30 quindi carico il camper con le valigie di mamma...che pensavo non ci stessero (ma quanta roba si è portata Santarellino) sistemo il tutto, carico la bici e via finalmente partiamo...sono già le h. 11,00! 
Primo obiettivo Vaduz in Liechtenstein senza usare autostrade, passiamo dalla Val Chiavenna, Passo Maloia, Svizzera, costeggiamo lo splendido lago di St. Morit, dove kite surf, vele, wind surf volteggiano sull'acqua come in una danza dai colori vivacissimi. Purtroppo non riusciamo a fermarci per immortalarli nelle macchine fotografiche, le aree di sosta non ce lo consentono .
Svalichiamo prima di arrivare in St. Moritz in direzione Chur e dopo il passo ci fermiamo per pranzare. Proprio alle falde del passo, sotto una diga artificiale, quindi tavolino, tenda da sole, frittatona già pronta, poi due passi verso la diga e si riparte. Usciamo dalla bella verde e sempre pulita svizzera per entrare nello stato del Liechtenstein attraverso una piccola volta militare e mi chiedo se il camper del mio amico Stefano ci sarebbe passato; la porta è cosi piccina Sorridente.
Liechtenstein ...un puntino sulla mappa, sulla cartina...assolutamente da visitare poiché bisogna evidenziarlo sulla mappa che ci sono stato!
 
Arriviamo a Vaduz...dove è in programma uno spettacolo sportivo, un giro per il centro, si..carina ma nulla di che, ci colpisce la squadratura dei fabbricati. Il sovrastante castello, tutt'oggi abitato dai regnanti, gode di una bella vista e domina appunto la cittadina.
Si riparte con obiettivo Seefeld in Austria. 
Svalichiamo e passiamo dalla rinomata stazione invernale St. Anton molto vip.
I paesaggi sono strepitosi, dal verde prato alla brulla montagna dei 1.800 mt. si passa dall'aria fresca, al riscaldamento. Arriviamo a Seefeld verso le h. 22,00 e dopo ben 442 km percorsi ed 11 ore di viaggio! Troviamo un parcheggio in centro, usciamo alla ricerca di ristorante o similare. Essendo cosi tardi i ristoranti sono già chiusi, ma troviamo un localino sulla via centrale dove degustiamo una zuppetta al Gulash, wurster con brot caldo E. 21,50 per 2 persone.
Ritorniamo al camper e stanchi della giornata ci addormentiamo subito;
la temperatura esterna è proprio freschina, quindi il piumotto caldo è più che piacevole.

Lunedì 13
La sveglia è naturale ed il ticchettio dell'acqua sul tetto del camper è una piacevole musichetta che ci accompagna per tutta la colazione. Il ricordo viaggia al giorno prima a casa con i 35 gradi afosi...che differenza 
Con l'ombrello iniziamo il nostro tour della bella cittadina di Seefeld, ma poco dopo un venticello bello fresco di alta montagna spazza via nubi lasciando spazio ad un bel sole caldo ed avvolgente. Seefeld piace molto a mamma; io l'avevo già visitata ed avevo un ricordo splendido poiché la prima volta fu inverno, periodo natalizio insieme alla Roberta e l'atmosfera era veramente magica.
Lasciamo Seefeld per dirigerci a poki km....Innsbruck. Entrambi la conosciamo bene e ci siamo stati più volte, ma è sempre piacevole da visitare.
Giusto una bella passeggiata fra le vie della città vecchia, pranzo in localino e via direzione Monaco di Baviera in Germania. 
La strada è piacevolissima, così come fare il pieno di carburante in Austria:
Gasolio Euro 1,47!!!! e la Benzina 1, 57!!! 
Arriviamo a Monaco verso le h. 19,00, cerchiamo un parcheggio in centro, ma non è possibile. Avevo anche trovato un bel parcheggio proprio lungo il fiume, e dopo aver fatto manovre per parcheggiare al meglio il mezzo mi sono accorto che tutte le auto in sosta avevano un cartellino, una sorta di bollino verde (area protetta e riservata). Procedo quindi in direzione zona Olimpia dove c'è un’area di sosta a 10,00 Euro al giorno (scaricata da Camper on line); strada facendo realizzo che è veramente distante dal centro, circa 10 km quindi a meta strada vedo una fermata della U-bahn, una zona verde e mi ci butto a capofitto...trattasi della fermata "Studentstad".
Siamo nella città dello studente, una bella zona residenziale , tranquilla fronte parco
"English garden"; trovo un bel parcheggio a  300 mt. dalla U-Bahn Sorridente. Doccia e via Monaco by night ci attende!!! Prendiamo la U-bahn ed in solo 15 minuti siamo esattamente nella famosa "Marienplatz". Andiamo a cena nella più famosa birreria del mondo di Monaco la
"HB Hofbrauhaus". Il locale è molto pieno, le sale sono fantastiche con tetti decorati, musica che si spande fra i suoni ed i rumori delle bicchierate dei boccali di birra, ai tavoli c'è allegria, odori e profumi di cibo e birra ti inebriano e finalmente dopo tanto girare troviamo un tavolino nel garden vicino la fontana. 2 birre da litro ed ovviamente 2 stinchi con canederli ...che boni!
Euro 38,40 per 2 pax. A mamma colpisce il silenzio e la compostezza dei tedeschi.
Riprendiamo la U-bahn e facciamo ritorno al camper, dove il silenzio ci attende per darci la buona notte. Km 190
 
Martedì 14
Sveglia alle h. 06,00, dovevamo correre a fare pipi,...a causa della birra di ieri sera.
Durante la notte feci un sogno strano: ero in canoa con Nunzio ed altri ragazzi, ricordo l'Ing. ed ad un certo punto cado insieme all' ing. Io salgo su di uno scoglio che separava il fiume dal mare e qui ..vedo un'acqua strana: bianca, ma non dura...mi ci butto con la canoa in mano e realizzo che era una specie di sifone, dove lentamente, piano piano mi trascinava in profondità, lasciai la canoa e precipitai ancora di più...a questo punto mi svegliai un po' turbato 
Nella realtà il sole faceva capolino, sono le h. 08,30 quindi colazione, prepariamo il pranzo, gli zaini e via alla scoperta delle bellezze di Monaco. Riprendiamo la U-bahn destinazione Marienplatz, ufficio del turismo ed acquistiamo 2 biglietti per il tour della città in Bus sigtseeing on/off, Euro 19,00 cad. Ma prima di partire una bella visita al mercato con degustazione di succhi naturali, quindi prendiamo il bus e via verso il castello, i monumenti di Monaco, l'area olimpica, BMW e terminiamo con una bella passeggiata nell'English Garden alla seconda birreria di Monaco la "Birreria Chinese Tower". Ritorniamo al camper verso le 19,30. Avrei voluto partire subito per recarmi a 30 km di distanza alle terme più grandi d'Europa e fare una sorpresa a mamma, ma era troppo stanca, quindi decidiamo di restare un'ulteriore notte alla cittadella dello studente. Mamma è distesa sul letto a riposare ed io sulla sdraio fuori dal camper a ..scrivere. Una bella doccia ci aiuta a rilassarci, cena e...a nanna. Km zero in camper ma a piedi ed in autobus tanti km

Mercoledì 15
Sveglia, ci dirigiamo verso Erding, dove ci sono le Terme più grandi d'Europa. Dissi nulla a mamma proprio per farle una sorpresa. Fra l'altro proprio all'ingresso delle terme c'è una bella area camper ad Euro 10,00 al giorno incluso parcheggio, carico e scarico acque. Nelle terme restiamo 2h 1/2 anche se personalmente ci sarei restato tutto il giorno, ma siamo in tour quindi il tempo ci serve. Euro 54,00 per due pax. Lasciamo le terme e ci dirigiamo ad Augusta Ausburg. La visitiamo in bici 4 km di pedalata. Passiamo quindi per il bellissimo paesino medioevale di Friedberg ed arriviamo a Regensburg Ratisbona verso le h. 22,15. Troviamo un bel parcheggino tranquillo in zona residenziale, e ...cena: pasta la pesto e nanna. Km 273

Giovedì 16
Ci svegliamo con la pioggia, colazione, sistemazione del camper e via verso il centro città. Parcheggiamo molto vicino al centro ed a piedi visitiamo Regensburg. Cittadina molto romantica deliziosa con il suo ponte di pietra e particolari suggestivi. Ritorniamo al camper e prendiamo direzione Nuernberg. Strada facendo ci fermiamo presso un autogrill a fare rifornimento di acqua, gasolio e pranzo. La sosta dura circa 1h 1/2 ma raggiungiamo Norinberga verso le h. 17,30. Troviamo un parcheggio fronte fiume vicino la U-bahn “Wohrber Wiese”; un paio di fermate e siamo in pieno centro. Visita del mercato, della famosa piazza con acquisto di frutta e verdura, il castello, un paio di chiese e cena in localino tipico con i famosi brat wurster di Norinberga e birra locale. Euro 31,60 per 2 pax.
Riprendiamo la U-bahn e facciamo ritorno al camperino alle h. 21,00. Sistemazione della spesa e mentre mamma si avventa sulle parole crociate, io mi do al suddetto report.  km. 110
 
Venerdì 17
Oggi sole!!! Lasciamo Norinberga per Bamberg, splendida cittadina, troviamo parcheggio vicino al ponte nuovo non distante dal centro e visita della città dal settore vescovile a quello mercantile passando dalla piccola Venezia. Mamma è stanca, quindi mi attende vicino al ponte della piccola Venezia, mentre io faccio ritorno al camper. Passo a prendere mamma e via direzione Bayreuth. Questa è la cittadella della musica, qui visse Wagner e la sua tomba è proprio qui. Visita del teatro, ricchissimo e ben tenuto, quindi il parco fino alla casa di Wagner e la sua tomba. Riprendiamo il camper con obiettivo Coburg. Fatichiamo per cercare parcheggio, sembra che tutta la Germania sia qui!!! pensiamo si tratti di una festa regionale. Mamma si ferma al supermercato, mentre io mi accingo al centro della cittadina per capire un po' l'andazzo e scopro esserci un mega concerto. La piazza è molto bella, ritorno da mamma e ci dirigiamo verso "Veste" cioè la fortezza. Qui c'è un parcheggione Euro 2,00 per 24h. decidiamo di fermarci. Sono ovviamente presenti altri camper, quindi cena e pernotto sotto la fortezza  
Riusciamo a cenare all'esterno, l'aria è fresca, ma non fredda, siamo circondati da abeti belli rigogliosi. Da coburg a qui abbiamo percorso una strada in mezzo alla campagna, boschi, proprio bella bella. Km. 235 Mamma commenta: ma che silenzio che c’è in Germania, nei paesini di oggi vigeva un silenzio tombale e qui perfino gli uccellini cinguettano sotto tono
 
Sabato 18
Il risveglio è dato dai delicati cinguettii degli uccellini ed un sole alto e caldo 450 mt. a piedi ci portano alla fortezza dalla quale parte un trenino su ruote verso la città medioevale. Nell'attesa del trenino visito gli esterni, il giardino ed il patio della fortezza. Euro 4,00 A/R visita della città e poi, riprendiamo il trenino verso la fortezza, quindi il camper direzione Erfurt. Strada facendo vengo flaschiato da un occhio magico per eccesso di  velocità. Arrabbiato, parcheggiamo quasi in centro e via alla scoperta della cittadina, il suo ponte, la cattedrale, e via cosi fino a quando la stanchezza ci assale, il sole è forte, un caldo pazzesco. Ci spostiamo in direzione Weimar altra cittadina culturale della Germania. Mamma è stanca quindi rimane in camper, io prendo la bici e girovago per la cittadella facendo tappa al Goethe Park. Cittadina ricca di cultura, di statue che ti ricordano i grandi filosofi del romanticismo tedesco, ragazzi giovani universitari in composito silenzio che studiano o chiacchierano in toni pacati. Riprendiamo il camper direzione Leipzig. Troviamo parcheggio abbastanza vicino al centro ed un parchetto. Sono le h. 21,00 doccia, pasta al pesto e birretta, dopo cena io report e mamma si dedica alle sue parole crociate. 
Km percorsi 300.
 
Domenica 19
Visita in bici della città Leipzig molto romantica ed elegante, quindi direzione Dresden in Sassonia. Il caldo è pazzesco, torrido e siamo tutti stanchi. Arrivati a Dresda, mamma si ferma su una panchina alla Terrazza Bellavista fronte fiume ed io mi addentro nella giungla di asfalto e chiese e monumenti inquietanti dal tanto gotico che li rappresenta. C'è un festival quindi musica, odori di cibo, spezie, giochi per le vie etc...acquisto dei dolcetti locali molto simili ai nostri tortelli di carnevale. Lasciamo la cittadella verso il castello di Moritzburg. Il castello è proprio bello con i suoi torrioni che si specchiano nel bacino d'acqua sottostante, si prosegue per Meissen, paesello delle famose porcellane, un po' deludente a dire il vero e verso le h. 21,00, arriviamo nel parcheggio del castello di Pillnitz. Quindi doccia, cena, bucato ...alle h. 23,00 tutti a nanna.
Km percorsi 230.
 
Lunedì 20
Abbiamo dormito poco e male a causa del caldo torrido. Avremmo voluto visitare il castello di Pillnitz, ma era chiuso. Ci permettono di visitare i giardini ed il parco. Euro 2,00 cad, mentre il parcheggio Euro 7,00. I giardini vengono dipinti spettacolari dalla guida, ma a dire il vero sono nulla di particolare. Mamma fa incesta di acqua potabile mentre io sistemo il camper e poi alle h. 12,30 leviamo le tende direzione Posdan al sud di Berlino. Il programma sarebbe stato il seguente: arrivo a Posdan verso le h. 15,30, visita dei giardini ed arrivo a Berlino all'area di sosta camperizzata verso le h. 17,30, quindi supermercato, bucato, relax...invece: in autostrada da Dresda verso Berlino esattamente sulla A13/E55 Km. 138,5 (dati dal navigatore) la gomma anteriore destra ci lascia Triste. Si è staccato un pezzo di ferro che collega la carrozzeria del camper al parafango ed ha letteralmente scuarciato la gomma. Il pneumatico era tagliato in due pezzi!!!. Sono le h. 14,50 che fare? Noto inoltre che ci sono dei fili che penzolano sulla ruota. Credo di avere dei gravi problemi con i freni, quindi chiamo l'Europe Assistant  e grazie al navigatore che mi ha fornito le esatte coordinate ed al mio tedesco maccharonico riesco a farmi capire ed a spiegare cosa è successo. Fa un caldo demenziale, apro quindi il tendalino e mamma si siede in sdraio all'ombra della tenda. Il soccorso arriva alle h. 16,30, e poki minuti prima arriva anche la polizia che era di pattuglia. Qui penso: ora mi daranno una multa per il tendalino e la sdraio in autostrada!!! invece capiscono tutta la situazione e dicono nulla!!!! Il soccorso arriva, vede il danno e mi assicura che non è nulla di grave, i freni sono ok, mentre i cavetti staccati sono l'abs. Cambia la ruota e via. Costo zero poiché ho l'assicurazione che copre fino a 300,00 euro di danni  per fortuna!!!
Alle h. 17,30 ripartiamo con cambio destinazione: diretti a Berlino, mi serve un gommista e devo acquistare una nuova ruota!!!. Alle h. 20,00 siamo davanti all'area di sosta per camper...ma tutto al completo!  Ma avevo scaricato da camper on line una serie di aree di sosta, quindi ci dirigiamo all'altra area sempre grazie al navigatore e dopo 4 km....arrivati e… scopriamo essere chiusa per restauri. 
Decidiamo di sostare in strada. Siamo stanchi ed esausti. Domani cercherò gommista e meccanico. Cena e il caldo non molla ancora. Siamo a Berlino in Alexandrina strasse  Dopo cena esco dal camper e nel mentre arriva una coppia con un giovane cane giocoso di 3 monate (mesi). Io voglio cimentarmi con il tedesco, quindi li saluto, lui è turco, lei moldava ed il cane tedesco di nome Otto....Das ist Berlin Occhiolino Wunderbar!!! Giocando con il cane e facendo grande sforzo con il mio tedesco riesco a spiegare loro la vicessitudine della giornata. Il turco mi spiega che c'è un grande gommista nelle vicinanze e me lo indica sul navigatore. Si chiama A.T.U. in Koepenicker Str. Ringrazio e ci salutiamo e mi sento più sollevato per il fatto di aver un indirizzo certo sul quale contare. Faccio un giro dell'isolato ed al rientro al camper trovo mamma intenta a tentare di parlare con la coppia di prima...in che modo poi? la cosa mi sorride ed immagino mamma che a gesti tenta di spiegare che non parla tedesco  .
Il turco mi spiega che sotto casa sua c'è un ragazzo che fa il meccanico e ripara un pò di tutto e potrebbe aiutarmi costando sicuramente meno dell'A.T.U. Mi accompagnano dal conoscente e spiego cosa mi è successo, questi si trova in un negozietto che ripara un pò di tutto e mi mostra una tessera da meccanico. Ci diamo un appuntamento per il giorno seguente alle h. 11,00 poiché prima non può. Saluti e rientro al camper ringraziando il turco per il grande aiuto.
Km percorsi 212

Martedì 21
Sveglia verso le h. 08,00, ed in attesa delle h. 11,00 decido di fare visita all'A.T.U. giusto per essere preparato qual'ora il ragazzo ripara tutto avesse avuto dei problemi. Caspita l'A.T.U. si rileva essere un garage gommista enorme, decido quindi di affidarmi a loro. Entro e cerco di spiegare cosa mi è successo ed i miei dubbi in merito all'ABS con il mio tedesco scolaresco...ma ci riesco!!! grazie alle mie insegnanti Dagmar ed Antonella...oh quanto vi ho pensato 
Dopo aver controllato il danno, mi dicono che la ruota non l'hanno in casa ma possono averla per il primo pomeriggio verso le h. 15,00. Sono le h. 09,30 e per guadagnare tempo decidiamo di fare la spesa al supermercato e ritornati al camper prendo la bici per tornare al ragazzo aggiusta tutto e spiegare che avevo portato il camper ad un garage a causa dei problemi con i freni ecc....sempre grazie al navigatore ritrovo la strada e spiego al ragazzo il tutto. A questo punto avendo bici e navigatore decido di cercare un “Turistic Information Burò” per guadagnare tempo. Incontro un postino in bici, chiedo e mi indica sul navigatore l'indirizzo,...e quando mi dice che è vicino al “Check Point Charlie” mi viene un sussulto!!!! Il famoso Check Point tanto sentito nei films e documentari...quindi impostato il navigator pedalo per Berlino guardando velocemente i quartieri che passavo, monumenti, porte, il Charlie ...trovo il T.O. e mentre prendo le info che mi servono mi chiama sia mamma che l'A.T.U. per avvisarmi che il camper è pronto. Imposto il navigatore e via di corsa verso il garage. Arrivo sudatissimo dopo aver percorso 10 km. in bici.
Il costo dell'operazione è di uro 97,70! Mi sembra più che onesto. 
Ci dirigiamo all'area di sosta del giorno precedente sperando che si sia liberato un posticcino: “Internationale Reisemibilkstaion Berlin Mitte in Chaussestrasse 82“
 
Il cartello con la scritta COMPLET ci da il benvenuto, ma non mi scoraggio, entro e parlando con la signora che gestisce il centro spiego che il ,mio camper è piccolo, 5 metri e bla bla bla …infine troviamo una soluzione Santarellino. Ci sistemiamo, sono le h. 16,00 circa, stanchi decidiamo di prenderci una giornata di relax; quindi pranzo veloce, carico e scarico dell'acqua, bucato, doccione, barba, capelli e 10 minuti di relax sulla sdraio Linguaccia..che relax!
Prepariamo una bella cenetta, si chiacchiera con il vicino italiano di Vimercate, dopo cena due passi per il quartiere ed arrivato al camper piove.....a nanna.
Km percorsi 10 
 
Mercoledì 22
Visita di Berlino, con il sigtseeing on/off con una guida che ci ha fatto capire le sensazioni che questa città può offrire, anche a piedi abbiamo fatto dei bei percorsi ..dalle h. 10,00 alle h. 19,30. La città è spettacolare, bellissima ma la cosa che più ci colpisce è il muro, il suo museo ma soprattutto il museo dell'olocausto sotto le stele vicino alla porta di Brandeburgo. Commozione forte e speranza che mai più possa tornare una cosa del genere. Il museo è proprio in pieno centro, mamma spera che essendo posizionato in pieno centro tutte le generazioni future possano rendersi conto di cosa successe. Ritorniamo al camper, siamo stanchi della giornata e contenti di aver scoperto una città sensazionale, decidiamo di sostare ancora all'area di sosta.
 
Giovedì 23
Lasciamo Berlino, visitiamo parte dei giardini di Postam, il centro e poi ci dirigiamo verso il Mar Baltico l'Isola di Ruegen. Sbagliamo strada e faccio per ben due volte il tragitto che porta all'isola. La prima volta via ponte basso e la seconda volta via ponte alto. Alla fine del ponte un tramonto sul mar baltico ci regala un’atmosfera tutta particolare. Il clima è diverso, fresco, e con pantaloncini e maglietta mi fermo per immortalare il tramonto con la mia macchina fotografica.. Parcheggiamo alle h. 20,45 proprio in un parcheggio nelle vicinanze del parco nazionale vicino le famose scogliere di gesso a Sassnitz
Km percorsi 450.
Ad oggi abbiamo già percorso più di 2.498 km!!!! 

Venerdì 24
E' una giornata uggiosa, cerco il T.O. ed avuto le info necessarie ci dirigiamo al porto (anche qui non parlano inglese ma solo tedesco). Nonostante la giornata uggiosa decidiamo di prendere la barca per visitare le scogliere di gesso...piove e la gita non è delle migliori, le scogliere devono essere viste con il sole altrimenti non risplendono.... Peccato. Leggendo sulla guida ed i forum tutti segnalavano i famosi panini con le aringhe acquistati direttamente al porto dai pescatori...cosi acquistiamo 3 panini con pesce..un aringa, un salmone, un merluzzo...buoni, buoni buoni! Sorridente.
Facciamo un pò di spesa e proseguiamo verso Kap Ankor. 7 km in bicicletta ci regalano un bello sguardo su questo capo dell'isola. Ci dirigiamo poi a Binz Visita della cittadella molto liberty, con i suoi caseggiati bianco gesso. Un’immagine completamente differente dalla terra ferma appena lasciata. Cena e pernotto in parcheggio camping service Euro 8,00 full day. km 90

Sabato 25
Avrei voluto fare un bel giro in bici lungo la bella pista ciclabile fronte mare, ma il tempo non ci assiste: piove Triste, partiamo quindi con pioggia in direzione Prora questa era la zona militare con i bunker. Andiamo in spiaggia, che è immensa, avrei voluto fare il bagno nel mar Baltico, ma fa freschino e piove. Partiamo direzione Straslund - Rostok. Qui mamma rimane in camper, mentre io faccio un giro per il paese ed arriviamo a Lubeck alle h. 20,00. km 240. Troviamo parcheggio fronte fiume e pista ciclabile. C'è una grande manifestazione vicino ma non crea disturbo.

Domenica 26
Armiamo le bici e via verso la scoperta di Lubeck. Qui c'è una specialità strana: i cioccolatini con il marzapane.... e pensare che è una specialità anche della sicilia...giusto dietro l'angolo!!! Visita della spettacolare cioccolateria con acquisti marzapanati e ritorno al camper dopo 4 km di bicicletta. Ci dirigiamo verso una città simile alla nostra Venezia, un famoso ed importante porto: Hamburg sul Mare del Nord. La città ci sembra immensa, piove e non so bene dove andare, troppi ponti e snodi...aiutoooo. Ad un certo punto vedo le indicazioni “Fish mark”...avevo letto sulla guida che il mercato del pesce bisognava assolutamente vederlo..quindi seguo le indicazioni e trovo parcheggio proprio al mercato del pesce fronte ad un negozietto che vende pesce. Quindi ci fermiamo a pranzo: pesce e patatine fritte, chiedo info per il T.O. e via con il sigtseeing la visita di Hamburg; la guida parlata in italiano ci aiuta a capire gli angoli nascosti della città. Piove, ma ci godiamo una splendida città portuale. Ritorniamo al camper ed alle h. 19,30 decidiamo di spostarci verso Bremen. Arriviamo alle h. 21,30, difficoltà a trovare parcheggio. km 207 
 
Lunedì 27
Ci svegliamo con il sole, spesa al Penny, prendiamo il tram e visita della citta di Bremen: 4 fermate di tram ci portano alla stazione ed in 10 minuti siamo in centro città. Molto bella e particolare. Ritornati al camper pranziamo e partiamo per Hannover, visita della città decisamente diversa da quelle dalla Germania dell'est, più occidentale, con palazzi e stile differente. Decidiamo di avvicinarsi verso Francoforte poiché i km sono tanti; oggi la tappa è lunghetta. Ci fermiamo in un autogrill a cenare e dormire. Ero stanco e non riuscivo più a guidare. Siamo a circa 70 km da Francoforte. Sono le h. 20,44 cotto biscotto, gli occhi sono stanchissimi. km percorsi 414
 
Martedì 28
Si è dormito male, caldo, rumori dei camion etc....il primo camion parte alle h. 03,30, poi alle h. 06,00, alla fine alle h. 07,30 mi alzo. Mamma ha male ai piedi, siamo a circa 70 km da Francoforte e decidiamo di andare in ospedale.
Cosa è successo? Bisogna tornare a Dresda, ...li cominciò il calvario di mamma con le gambe ed i piedi. A causa del caldo e delle scarpe non adatte ebbe dei problemi ai piedi. Delle grandi vesciche (intendo veramente grandi come un ginocchio) si erano formate alle caviglie. Andammo nelle farmacie a prendere dei cerotti appositi, ma non erano sufficienti. Ora era arrivato il momento di aspirare il liquido poiché non riusciva più a camminare. In ospedale restiamo dalle h. 10,00 alle h. 13,30!!! ed anche qui parlare tedesco con l’aiuto del dizionario poiché nessuno parlava inglese ho sudato 7 camicie
Mamma esce con i piedi fasciati e quindi pranziamo e decidiamo di fare ritorno immediato in Italia. Il tour prevedeva ancora una settimana con visita di:
Francoforte, Magonza, Worms, Mannheim, Heidelberg, Stuttgart, Rottenburg am Nuckar, e relax al lago Bodensee (lago di Costanza), quindi Linde e rientro via Valtellina a Milano.
Sarà materiale per un prossimo Tour
E' buio, piove a dirotto, siamo in montagna, ci fermiamo vicino ad Innsbruk in un’area di sosta, fa freddo!!!! km 556

Mercoledì 29 
Abbiamo riposato bene, vuoi la stanchezza, vuoi il clima fresco che ci faceva restare sotto i piumotti belli caldi...ci svegliamo con in camper 15 gradi, pensa fuori!!!! Mamma sta meglio e decidiamo di non prendere l'autostrada e di goderci le dolomiti passando dalla spendida vallata dell'Inn verso la svizzera. Ci fermiamo per una sosta sul lago di St. Moritz che non abbiamo mai visto in estate ma sempre gelato in inverno. E' proprio bello con l'acqua che sfuma dal verde smeraldo al blu.... Stupendo. Svalichiamo il Maloia e ci fermiamo a pranzo a Piuro presso il crotto Quartino di mia conoscenza. Quindi arriviamo a Milano e prima di andare a casa, passiamo dall'Esselunga a fare un po’ di spesa, cosi mamma non dovrà uscire nei prossimi giorni.
Porto mamma in casa, scarico il camper....ed arrivo a casa mia ad Osnago alle h. 21,30 km 360 bello cottoSorpreso

Totale giorni di Tour 19 e percorsi Km 4.365

Costi:
Mezzi pubblici Euro 68,40 - Carburante Euro 683,02 - Parcheggi ed aree soste Euro 85,00 - Ristoranti e Bar Euro 227,50 - Cibo Super Euro 145,58 - Vario Euro 384,16 - Totale Euro 1.593,66 

Splendida vacanza in compagnia di mamma e del BobbyWing. 
....e già pronti per una nuova avventura

RobyBobby
 
 
 
 
Camper.it, il sito del camper style con le migliori proposte per viaggiare in camper e le più convenienti offerte per le vacanze:
per fare di ogni viaggio una vacanza riuscita!

Un servizio di CamperOnLine e Koobcamp S.r.l.
Copyright © Net Surfing S.r.l. 1998-2018 - P.Iva 06953990014

Contattaci Contattaci per maggiori informazioni